Variazioni cariche elettive

Si comunica ai Gentili Associati che con Assemblea in data 08 aprile 2017, è stato deliberato di nominare Consiglieri gli Associati Bruno Berni, Massimiliano Pantaloni, Roberto Contessa e Giorgio Novelli.

 

Il Presidente ed i componenti del Consiglio Direttivo formulano vive felicitazioni ai neo eletti Consiglieri con l’Augurio di un incarico ricco di soddisfazione e successo.

 

A seguito dell’accettazione della nomina da parte dei Consiglieri neo eletti, il Consiglio Direttivo del Motoclub Ducati Monza A.S.D., secondo le norme statutarie della F.M.I., risulta così composto:

 

  1. Presidente: Yvan Sebastian Rossetti;
  2. Vice Presidente e Responsabile per la sicurezza: Alberto Galbiati;
  3. Segretario: Aldo Biagio Belpulsi;
  4. Tesoriere: Carlo Capuano;
  5. Direttore Sportivo con delega alle attività Velocità, Enduro, Motocross, Trial, Epoca, Turismo: Ivo Piazzi;
  6. Consigliere con delega ai rapporti con il Ducati Store di zona: Carlo Maria Beretta;
  7. Consigliere con delega alla comunicazione e webmaster: Lorenzo Palazzo;
  8. Consigliere con delega per la sicurezza: Giorgio Novelli;
  9. Consigliere: Bruno Berni;
  10. Consigliere: Massimiliano Pantaloni;
  11. Consigliere: Roberto Contessa.

 

Motogiro Passo Spluga

Idea Pit Bike & Grigliata

Gentili Associati,

il nostro Direttivo vi propone l’idea di un trofeo non competitivo pit bike con annessa grigliata, da organizzarsi al Cremona Circuit nella serata di sabato 29 luglio 2017.

L’evento sarà a numero chiuso e contiamo già tra i partecipanti il Pres, Ivo Piazzi, Paolo Renso, Bruno Berni, Paolo Nicolino, Aldo Belpulsi, Giorgio Novelli, Alberto Galbiati, Giovanni Mattiace, Davide Resta, Mattia Zucchi, Fabio Villarà.

Aspettiamo altre adesioni fino a giovedì 29 giugno, in modo da poter organizzare, in base al numero complessivo di partecipanti, con adeguata formula il trofeo e la grigliata.

Ciao DorsoLele

Ciao Emanuele…

 

Sappiamo che Dio chiama in Paradiso i migliori…così domenica sera, accanto a te, ho osato contenderti al Signore pregandolo…ho pregato con tutta la mia forza e quella dei tuoi amici affinché fosse rimandata la tua chiamata a gioire eternamente in Paradiso.

 

Evidentemente ha avuto ragione la tua voglia di salvezza…non poteva essere altrimenti…il significato del tuo nome, Emanuele, il significato del tuo nome è Con noi è Dio…nel libro biblico di Isaia, l’Emanuele è il Messia…Nostro Signore Gesù.

 

Sento il rammarico di averti conosciuto solo di recente…con la tua personalità armonica, equilibrata, gioiosa…ed avevi, oltre l’amore per il pianoforte e la musica, una passione iniziata venti anni fa con il tuo Caballero 70.

 

E allora non posso che dedicarti la “Poesia del Motociclista” dal titolo “Motociclisti…strana meravigliosa gente!!!”

 

Una volta, qualche anno fa, il papà di uno di noi che ora non c’è più, il papà di un angelo con il #164 sul cupolino e nel cuore ci ha definito così:“…. Mi aveva tanto parlato di voi, ma a dire il vero non lo avevo mai ascoltato più di tanto, ma essendo un gran “capoccione” me li ha voluti far conoscere uno ad uno , questi ragazzi da abbracciare e baciare come figli propri, immersi in quelle tute di pelle, con i loro caschi sgargianti, tutti veri DURI!!!!! 

 

Gente che non abbassa mai lo sguardo. Ma provate ad alzare loro quelle visiere scure da marziani e troverete occhi splendidi, puliti, gonfi di quelle lacrime vere in cui puoi annegare ed arrivare fino infondo alla loro anima per vedere com’è candida. 

 

Provate poi a togliergli quelle tute e troverete al loro interno dei bambinoni innamorati della vita, dei weekend a bistecche e salsicce, ma ancora tanto bisognosi di un padre o una madre che li prenda per mano quando la sorte inizia a giocare duro. 

 

Si dice che ogni volta che saliamo in sella ai nostri destrieri insieme a noi salgano pure Angeli e Diavoli………E’ vero!! Rappresentano quel dualismo che rende questo modo di vivere così denso di emozioni che a volte il cuore pare voler saltar via dal petto e mettersi a correre, ad urlare. 

 

Diavoli che girano quel polso in maniera a volte così irrazionale e violenta che lo skizzo di adrenalina ti arriva diritto al cervello senza passare dal via, lasciandoti i tremori per lunghissimi interminabili minuti, 

 

e angeli che portano il volto e la voce di chi non è più con noi, dei nostri affetti, delle nostre paure ed esperienze costruite sulle nostre ossa rotte. 

 

Sì, è vero, in moto si muore, capita……Può capitare ad ognuno di noi e ci si fa male, tanto male, ma quanta vita si trasforma in ricordi bellissimi, in attimi eterni, in risate così fragorose da far tornare il sole anche in una fredda e piovosa giornata di gennaio?

 

Parlate con ognuno di noi e fatevi raccontare un giro, un aneddoto, una curva e perdetevi in quello sguardo che comincia a scintillare, nelle risate, nel sorriso che, spontaneo, stira gli angoli del viso e distende la fronte………

 

Parlate con ognuno di noi e chiedetegli cosa sarebbe di lui se un giorno dovesse rinunciare a questa passione e preparatevi a sentire l’urlo del silenzio, a vedere quello sguardo di un bimbo diventare lo sguardo di un marinaio costretto a vivere a terra con il mare in vista o un pilota che guarda il cielo ancorato a terra……

 

In moto si muore, è vero……Ma non esiste modo migliore per vivere il tempo che ci è concesso……

 

E se ancora non lo avete capito, beh, lasciate perdere, NON LO CAPIRETE MAI…

 

Ma se un domani, andando al mare con la vostra famiglia automobilisticamente corretta, dovesse sopraggiungere uno di noi e vedreste vostro figlio girarsi di scatto e salutare sbracciando come un pazzo, rinunciate a capire anche lui…..

 

Lui che nella sua incoscienza vede in NOI quella scintilla che voi non siete stati capaci di scorgere. E se vedrete il motociclista ricambiare il saluto…Beh, non c’è nulla di strano, sapete perché? Tra angeli in terra ci si saluta sempre……Ma questo, chi ha perso le ali, non lo ricorda.

 

E tu, Emanuele, adesso un Angelo lo sei davvero…il nostro Angelo...non più in terra…ma nell’alto dei Cieli.

 

Addio Lele, addio Ducatista, riposa in pace.